Actions

Work Header

Vale la pena essere felici

Chapter Text

Damen: carattere normale

Laurent: grassetto

Nicaise: corsivo

Nikandros: grassetto corsivo

 

 

Venerdì pomeriggio

(12:05) Hai visto le mie panda-ciabatte? Nik, giuro su dio che se le hai prestate a Jord di nuovo, ti uccido. Quelle sono mie, e tra l’altro mi piacciono un sacco. Completano perfettamente l’umore “dannazione oggi ho speso troppo”

(12:12) Numero sbagliato.

(12:13) Oddio, scusami. Ho appena preso un nuovo telefono, e un nuovo caricabatterie. Fa finta di non aver letto nulla

(12:13) Niente di più facile, stanne certo.

(12:14) Ehi, non c’è bisogno di essere scortese

(12:15) Non dovresti scrivere a Nik per chiedergli delle tue panda-ciabatte? Panda gigante, presumo.

(12:15) A dir il vero, è Nikandros. Già stanco di messaggiare con me?

(12:16) Beh, sei un completo estraneo e io c’è l’ho, una vita.

(12:17) Puoi sempre smettere di rispondermi

(12:17) Anche tu.

(12:18) Perché dovrei? A dire il vero è piuttosto divertente e mi fa sentire meglio riguardo al fatto di aver comprato un telefono nuovo

(12:19) Ahimé, la mia pausa è finita. Ti auguro una vita felice. Appena riuscirai ad averne una, ovvio.

(12:22) Mi sono appena sputato addosso l’acqua che stavo bevendo, grazie tante

(12:23) Emozionante.

 

Venerdì sera

(7:30) Nel caso te lo fossi chiesto, ce le ha Jord le mie panda-ciabatte

(7:45) Perché diamine avrei dovuto chiedermelo?

(7:46) Non saprei. Devo ammettere che io invece mi chiedo come fai ad essere un tale gelido stronzo perfino nei messaggi

(7:46) Puro talento.

(7:47) Quindi ti alleni

(7:48) Stai insinuando che sono un totale bastardo?

(7:48) Ehi, l’hai detto tu

(7:49) Ma non hai qualche amico a cui romper l’anima?

(7:50) Beh, ho ucciso il mio migliore amico perché aveva prestato le mie ciabatte al suo ragazzo, quindi, no.

(7:51) Chissà perché non mi sorprende che tu ne avessi uno solo.

(7:52) Veramente, ne ho parecchi. Sono tutti qui, con me e comunque ho già scassato l’anima a tutti con le mie pare. Ti stavo solo aggiornando, Straniero.

(7:53) Beh, smettila.

(7:54) Allora, c’è qualcosa che non mi torna … se davvero vuoi che la smetta, basta solo che non rispondi più ai miei messaggi. E’ proprio per questo che pensavo potesse interessarti saperlo.

(7:54) No, è solo che mi piace avere l’ultima parola.

(7:55) Insomma, questo sarebbe un altro aspetto della tua bastardaggine. Afferrato.

(7:56) Esatto.

(7:57) Ti è andata bene, perché stiamo per metterci a guardare uno dei miei film preferiti. Comunque, ci lavorerò sopra questa tua faccenda dell’ultima parola, e ti assicuro che questa non è l’ultima volta che ti scrivo

(7:58) Oddio ti prego, dimmi che hai un lavoro e questa non diventerà un’abitudine.

(7:58) Si, certo, che ce l’ho.

(7:59) Signore ti ringrazio.

(8:00) Ci sentiamo più tardi, Straniero.

(8:02) Penso che cercherò di suicidarmi prima.

 

 

(8:01) Perché fissi il tuo smartphone e sorridi? Tu di solito non sorridi quando guardi il telefono.

(8:03) Nicaise, guarda che sono seduto proprio di fianco a te.

(8:03) Vero, ma di solito non mi lasci parlare quando la tv è accesa.

(8:04) Non è che questa tattica sia migliore.

(8:05) D’accordo, accidenti, non rispondere. Tanto finirò col scoprirlo, stanne sicuro. Non ho certo intenzione di lasciar perdere.

 

 

(10:45) Jord mi ha detto che stasera stavi messaggiando con qualcuno. Con chi cazzo stavi messaggiando? Tu non hai altri amici. E se li hai, sappi che mi sento offeso

(10:46) Non so chi sia. Pensavo di averti inviato un messaggio, invece salta fuori che l’avevo inviato a qualcun altro. E siccome questa persona continua a rispondermi quando gli scrivo, adesso voglio vedere quanto ci vuole perché mi blocchi

(10:47) E perchè?

(10:49) Perchè è divertente, e buffo. Come quei gattini che quando li stuzzichi diventano delle belve

(10:50) E’ a causa di Jokaste? Amico, non è così che si guarisce dalla solitudine, o dal mal d’amore, o quel cavolo che è. Va da un terapista come tutte le persone normali

(10:51) Tu ci andresti?

(10:51) Certo che no!

(10:52) Allora lascia che io affronti questo momento come pare a me. Se mi fosse d’aiuto, me ne starei anche in pigiama tutto il giorno a giocare alla playstation. Anch’io sto gestendo questa cosa in modo del tutto normale.

(10:52) Che sollievo

(10:53) Beh, qual’é il peggio che potrebbe accadere? E’ stato piacevole parlare con qualcuno che non sa nulla di me. Nessuno sguardo di compassione e nessuna delle solite banalità che si dicono in questi casi. Probabilmente anche perché si tratta di uno stronzo colossale, ma comunque, a me va bene così.

(10:54) D’accordo, d’accordo. Se va bene a te. Dirò a Jord di smetterla con le occhiate compassionevoli

(10:55) Digli invece di ritornarmi quelle dannate ciabatte!

(10:55) Le odio quelle ciabatte

(10:56) Lo so, ma le uniche altre ciabatte che ho le aveva comprate Jokaste, e adesso sono nello sgabuzzino in una scatola completamente avvolta dal nastro adesivo

(10:57) Sei un fottuto caso disperato

(10:57) Le ciabatte!

(10:58) Ma Jord le adora!

(10:59) Non mi importa

(11:00) O.K., va bene

 

Domenica pomeriggio

(2:05) Aggiornamento panda-ciabatte: sono tornate a casa, ma una ha un’enorme macchia rossa proprio sul muso

(2:09) Interessante.

(2:10) In teoria dovrei essere sconvolto. In realtà significa che ora ho un buon motivo per odiarle

(2:11) Sono ciabatte a forma di panda gigante. Io le odio già e neanche le ho viste.

(2:11) Comincio a pensare che tu odi tutto e tutti

(2:12) Forse non sei del tutto privo di intelligenza.

(2:12) Wow! E’ un complimento?

(2:13) Prendilo come ti pare.

(2:13) Mi sento onorato. Veramente

(2:13) Allora, come va oggi?

(2:14) Bene.

(2:14) Grande. Anch’io, nel caso te lo stessi chiedendo

(2:20) Come hanno fatto a macchiarsi, le ciabatte?

(2:21) E io che pensavo che avessimo finito di scriverci

(2:21) Apparentemente è così

(2:26) Salsa di pomodoro. Non solo Nik è un pessimo cuoco, è anche uno sciattone colossale. Comunque questa spiegazione non ha affatto senso per me, perché è Jord quello a cui piacciono le mie ciabatte, e se lui non stava cucinando … lasciamo perdere ….

(2:27) Sei un idiota.

(2:28) E tu non sei straordinariamente cortese. E nemmeno tanto bravo a messaggiare

(2:28) Hai mai preso in considerazione la possibilità che è a Nikandros (si chiama così?) in realtà che  piacciono le tue ciabatte e che sta usando il suo ragazzo per coprire il fatto di avertele rubate?

(2:29) Porca miseria

(2:29) Sei un genio

(2:30) Non ti muovere. Se hai ragione tu, torno e ti giuro eterna devozione

(2:31) A proposito, si il nome è corretto, sono impressionato che te lo sia ricordato

(2:31) Fantastico. Avrei proprio bisogno di uno schiavo.

 

 

(2:30) Sei tu! E’ a te che piacciono le mie ciabatte in realtà

(2:31) Che cazzo?...

(2:32) Stavo raccontando come ha fatto quella macchia a finire sulle ciabatte alla persona con cui sto messaggiando, e di come non avesse affatto senso, e questo se ne viene fuori con la teoria che tu stai usando Jord per coprire il fatto che in realtà vuoi fregarmi le ciabatte. Cavolo, ci sta!

(2:33) Ugh, lo ammetto, è vero. Vuol dire che posso averle?

(2:33) No!

(2:34) Ma ne avrei cura …

(2:34) Seeee, dice il cazzone che me le ha macchiate

(2:35) Vabbé, come vuoi. Vorrà dire che me le ordino su Amazon. E così stai ancora messaggiando con questa persona, eh? Allora, che nome gli diamo?

(2:35) Boh, “quella persona”

(2:36) Ma non gli hai chiesto come si chiama?

(2:37) No. E non credo che me lo direbbe

(2:37) Maledizione, e adesso? Di cosa posso ancora parlare con questo? Non posso più inviare aggiornamenti sulle panda-ciabatte …

(2:38) Non vorrei suonare estremo, ma potresti anche semplicemente smettere di messaggiargli 

(2:39) Oppure potresti fargli una domanda. Chiedergli qualsiasi cosa, Damen. Dai, perdio, non sei mica così socialmente impedito

(2:40) Si, ma questo è un tipo piuttosto permaloso. Non so, è così … Oddio, e se fosse uno di quei vecchi che si appostano sulla veranda con il fucile in braccio e urlano ai bambini?

(2:41) Non credo che esistano veramente tipi del genere. E comunque, Jord è rientrato ora dal supermercato e quindi adesso sono occupato. Sparisci

 

 

(2:41) Che cafone!

(2:42) A proposito, avevi proprio ragione. Quel bastardo traditore

(2:43) Beh, dov’è la mia eterna devozione?

(2:43) Oh, giusto

(2:44) Sono sopraffatto dal tuo genio, specialmente tenendo conto del fatto che non sai nulla di me o della mia vita. Hai la mia eterna devozione

(2:45) Eccellente.

(2:46) Non la userai per farmi smettere di scriverti, vero?

(3:00) Lo sapevo. Ti piace parlare con me

 

 

Domenica sera

(10:45) Sei sveglio?

(10:50) Si. Non sono ancora morto.

(10:51) Beh, mi sento sollevato. Pensa che sfortuna se stessi messaggiando con un fantasma

(10:51) Perché? Non credo che farebbe una grande differenza

(10:52) Perché mi piace l’idea che tu sia una persona reale con una vita reale, da qualche parte. E mi piace ancor più l’idea che io ne faccio parte, seppur minimamente, almeno fino a quando me lo permetterai

(10:53) Cos’è? la notte ti rende sentimentale?

(10:54) Io sono un sentimentale. Mi piacciono le commedie romantiche. Sono un romantico senza speranza. Dico agli amici quanto gli voglio bene tutti i giorni e chiamo i miei come minimo una volta alla settimana

(10:55) D’accordo, ma io non sono un tuo amico.

(10:56) Forse no, ma mi piace pensare che tu possa esserlo. Il fatto è che, onestamente, sono un po’ giù e mi piacerebbe parlare con Nik o Lazar ma loro vorrebbero sapere che c’è che non va, comincerebbero a fare domande e a offrire soluzioni e non quello che mi serve in questo momento

(10:57) Guarda che non è una buona idea rivolgersi a me in cerca di conforto.

(10:57) Mi pare che tu te la stia cavando piuttosto bene finora

(10:58) Sei un idiota.

(11:00) Se lo dici tu

(11:01) Lo so che la cosa non ti riguarda, ma pensi che potresti restare qui con me per un po’? Non tanto, te lo prometto. E’ che … mi sento un po’ solo

(11:03) Non sei uno che ci tiene particolarmente alla privacy, vero?

(11:04) Proprio per niente. Probabilmente potresti chiedermi qualsiasi cosa

(11:04) Mi viene da darti dell’idiota di nuovo.

(11:05) Ne deduco che tu invece ci tieni molto

(11:06) In maniera estrema.

(11:06) Decisamente saggio da parte tua. Immagino che dovrò limitare le mie domande allora

(11:07) Dipende dalla domanda. E da cosa ne avrei in cambio.

(11:08) Questa suona come una di quelle battute con cui se ne uscirebbe Liam Neeson in uno dei suoi film d’azione. Per amor del cielo, dimmi che non sei così minaccioso

(11:09) Non fisicamente, no.

(11:10) Non mi sento comunque molto rassicurato

(11:10) Non intendevo rassicurarti.

(11:11) E se volessi sapere il tuo nome?

(11:13) Laurent.

(11:15) Bene, ora il tuo numero ha un nome. Mi piace. Ci sta bene

(11:15) A proposito, io sono Damen. Piacere di conoscerti

(11:16) Hai salvato il mio numero?

(11:17) Problemi?

(11:18) No

(11:18) Grande

(11:19) Lo avresti cancellato e non mi avresti mai più chiamato se te l’avessi chiesto?

(11:19) Certo. Io rispetto gli spazi altrui, cosa credi. Non sono così bastardo.

(11:20) Qui mi pare di cogliere un “Non come te”

(11:21) Beh, non mi hai dato molte prove del contrario

(11:22) E forse non lo farò mai.

(11:22) Devo lavorare domani per cui ora vado a dormire.

(11:23) D’accordo. Grazie. Mi sei stato d’aiuto.

(11:24) Buonanotte

(11:24) Buonanotte, Laurent

(11:45) A proposito, mi piace il tuo nome

 

 

Lunedì mattina

(7:13) Chi sei? Questo numero non c’è tra i contatti di Laurent, e per di più l’ho visto sorridere mentre se ne stava seduto al bancone a fare colazione. E sai una cosa?  Laurent di sicuro non ha l’abitudine di sorridere a colazione, mentre mangia i cereali.

(7:14) E tu chi sei? E perché senti il bisogno di svegliarmi ?

(7:15) Rispondi alla mia domanda, cazzo! Conosco Laurent e questo è tutto quello che ti serve sapere.

(7:16) Ho inviato un messaggio al numero sbagliato, cioè il numero di Laurent, e così abbiamo cominciato a parlare.

(7:16) Scusa, come fai ad avere il mio numero?

(7:17) L’ho fregato dal telefono di Laurent mentre lui era occupato a sciacquare la sua ciotola.

(7:18) E così, ha degli amici, a quanto pare

(7:18) No, non proprio. Sono suo nipote.

(7:19) Non è che ha…40 anni, vero?

(7:19) No. Ne ha 23. E comunque non dirgli che l’hai saputo da me perché mi ammazza di sicuro

(7:20) Sorrideva mentre mangiava i suoi cereali, davvero?

(7:22) Si. Infatti questa è la ragione per cui ti sto scrivendo. Non so chi cazzo tu sia, o che cosa tu voglia, e nemmeno perché voi due vi state scrivendo, perché, francamente, è davvero strano, ma penso che gli piaccia davvero parlare con te. E, sarò onesto, non c’è molto altro che gli piace. Specialmente negli ultimi tempi.  Perciò se non hai intenzione di restare nei paraggi, o lo fai solo per passare il tempo o qualcosa del genere, lascia perdere. Perché è l’ultima cosa di cui ha bisogno. E l’ultima cosa di cui ho bisogno io, è di gestire gli strascichi di qualcosa di disastroso.

(7:24) Cristo, stiamo solo parlando. Non è che mi aspetti che ne esca chissà che o … probabilmente nemmeno viviamo nei paraggi l’uno dell’altro e ….

(7:24) Guarda, non ho proprio idea di cosa tu voglia che io dica …

(7:25) Tu sorridi a colazione mentre mangi i cereali? Perché se non è così, forse è meglio che tu lo lasci perdere.

(7:25) Certo che sorrido quando mangio i miei cereali

(7:26) Oh.

(7:26) O.K. allora. Io sono Nicaise.

(7:27) Damen

(7:28) Ho la sensazione che se anche ti facessi delle domande non avrei risposte da te, vero?

(7:28) No. Considera che potrei esser già morto. Non ho bisogno di accrescere ulteriormente tale probabilità

(7:29) Beh, questo è stato davvero bizzarro. Adesso mi preparo per il lavoro

(7:30) O.k. Ci sentiamo

 

 

(7:20) Ehi amico, vai a lavorare oggi?

(7:31) No. Ci avevo pensato, ma ho cambiato idea

(7:32) Finiranno col licenziarti

(7:33) No, non lo faranno. Ho avuto una brutta nottata, perciò …

(7:34) E quanto ci vorrà?

(7:34) Ci sono quasi, Nik. Te lo giuro. Smettila di preoccuparti

(7:35) Lei mi ha chiamato ieri sera

(7:35) Nik …

(7:36) E’ preoccupata per te. L’ho mandata a quel paese, ma la questione rimane aperta. Se ti manca così tanto, forse dovresti incontrarla e, che ne so, vedere se riuscite a trovare un modo per parlarvi? E’ passato un mese

(7:38) Devo ricordarti che si è scopata Kastor?

(7:38) Certo che no. Amico, io voglio solo vederti felice

(7:39) Lo sconosciuto con cui sono in contatto ieri notte mi ha tenuto compagnia per un po’. Si chiama Laurent e ha 23 anni.

(7:40) Noto che siamo passati dalla felicità a questo sconosciuto con cui sei in contatto. Non è che questo è più figo di me?

(7:41) Certo che no

(7:42) C’è bisogno che ti spieghi i pericoli del messaggiare con gli sconosciuti? O devo spiegarti le regole del “non innamorarsi di gente di cui non sai nulla e che non avrai mai modo di incontrare”?

(7:43) Per la centesima volta, io non mi innamoro di chiunque mi parli

(7:44) E invece si. E in questo momento sei vulnerabile, e questo non aiuta

(7:45) E’ giusto qualcuno … con cui non mi dispiace parlare. E basta. Per favore?

(7:45) Si certo. Scusami. Di nuovo.

(7:49) Nessun problema. Ci sentiamo più tardi, o.k.? Anzi, fai un salto da me stasera. Ho voglia di ubriacarmi

(7:50) Mi sa che sto diventando troppo vecchio per bere di lunedì sera

(7:51) ?

(7:52) Ci sto!

 

 

Martedì all’alba

(2:34) Sstavo penssando a teee

(2:37) Cioé come tuo ni… pote mi diveenta strambo e ..tutttto protetivo e, cavolo, quelo che so, è il tuo noome…cioè..qual’é il tuo cibo preferiito?…

(2:37) O magari ti piace il pesce?

(2:38) Insomma quelo che penssavo ….era se ‘ste cose me le voresti dire…anche nel prosimoo secolo o così, pecché senò io posssso laziar perdere…

(2:40) E’ che già lo so che sorridi ai tuoi cereali, che è dolllce eh, ma è che mi preocupo per la tua vita sociale o così, perché se questo ti rende felice è perché forse non hai amici

(2:43) O la tua ragazza ti ha scaricato un mese fà, come me … ragazzi, che spasso …

(2:43) Mi faresti un favore?

(2:45) Sei sveglio???!!!

(2:46) Porca puttana, mi hai svegliato tu, deficiente. Vai a spararti un colpo in testa

(2:47) Lo farei ma sono … tipo, spalmato sul pavimento e non riesco ad alzarmi … mi ci vorrebbe uno di quei telecomandi della pubblicità, dove ci sono quei vecchi che stanno morendo o … quei cosi da usare nelle emergenze, hai presente?

(2:48) Penso di averne bisogno anch’io, e anche più di te.

(2:49) Sei spalmato sul pavimento anchee tuuu???!!!

(2:50) Ascolta, Damen, ho bisogno che tu ti alzi da lì, ti infili a letto e dormi. Tipo, subito. Prima che vada in internet e trovi il modo di hackerarti il telefono e fartelo saltare in aria

(2:51) Davvero???!!! Si può fare??? Wow!!! Ficooo, dico sul serio

(2:52) Damen.

(2:54) Cazzo, scusa, scusa, davvero … adesso la smetto … mi spiasceee, non volevo svegliarti o disturbarti o altro … E’ che sono convinto che tu non sei affatto male … ecco, insomma, e volevo essere sicuro che anche tu la pensassi così, di me, voglio dire … ecco …

(2:55) Buona notte Laurent   :)))))

 

 

Martedì mattina

(6:30) Buongiorno. Spero proprio che questo ti svegli e che la testa ti faccia così male che te la strapperesti. Anzi, pensaci seriamente, dato che ci sei.

(6:35) Che cazz….

(6:36) Scorri il display e riguardati i messaggi precedenti.

(6:39) Porca puttana …

(6:39) Mi dispiace tantissimo. Almeno, ho detto un sacco di cazzate?

(6:40) Ti fa male la testa?

(6:40) Altroché, e mi viene anche da vomitare

(6:45) Ottimo.

 

 

Martedì pomeriggio

(12:03) Mio nipote ti ha scritto?

(12:05) Non ci credo. Hai iniziato una conversazione ….

(12:06) Rispondimi, cazzo.

(12:06) Ancora incazzato per ieri notte, vedo. Non hai tutti i torti

(12:07) Effettivamente, si. Voleva accertarsi che anch’io sorridessi ai miei cereali, a colazione

(12:08) Gli ho detto che lo faccio, a proposito … non letteralmente, ovvio. Non che ami i cereali così tanto. A meno che non siano i Froot Loops …. senza latte. Invece mi piace parlare con te.

(12:09) Perché cazzo volevi sapere qual’é il mio pesce preferito?

(12:10) Beh, perché io e Nik abbiamo giocato a “Oceano Infinito” con la mia wii mentre eravamo ubriachi … probabilmente mi è rimasta in mente la parola pesce

(12:10) Mi piacciono i pesci Leone

(12:11) Affascinante.

(12:12) Eeee… eccolo che mi snobba di nuovo

(12:13) Guarda che sei tu quello che ha cominciato stavolta …

(12:13) E che tuo nipote mi ha confermato che ti piace parlare con me. Penso che ora potresti anche smetterla di fingere il contrario

(12:14) Beh, è che ho finito il libro che stavo leggendo e non ho nient’altro da fare in pausa.

(12:15) Ho capito. E così, ti piace leggere

(12:15) Si.

(12:16) Bello. Finalmente so qualcosa di te. E’ fantastico.

(12:16) E io adesso devo tornare al lavoro. Ma tu sei sicuro di averlo, un lavoro?

(12:17) Si. Solo che questa settimana non ci sono ancora andato … ho ancora qualche giorno di ferie. Credo

(12:18) Immagino abbia qualcosa a che fare con l’ex ragazza

(12:18) Assolutamente

(12:19) Ma non stavi rientrando?

(12:25) Le Mante

(12:26) :D

(12:27) Ma sono davvero dei pesci?

 

 

Martedì sera

(7:24) Si. Respirano con le branchie.

(7:30) E’ l’unico requisito?

(7:31) Ripeto, sei sicuro di avere un lavoro? Perché non sono molto convinto che tu abbia più di dodici anni

(7:32) Ne ho 25. Qualche anno più di te.

(7:33) Scusami un minuto.

 

(7:34) Nicaise, si può sapere che cosa hai raccontato a un perfetto sconosciuto ?

(7:35) Lo sapevo che non potevo fidarmi che quello avrebbe tenuto la bocca chiusa.

(7:36) Gli ho solo detto quanti anni avevi e che ti piace parlare con lui. Non è così grave.

(7:36) E’ un completo estraneo.

(7:37) E allora? Non mi pare la cosa ti preoccupi particolarmente.

(7:38) Non è questo il punto. Dovrei essere io a decidere che cosa può o non può sapere.

(7:39) Va bene. Va bene. Non gli dirò nient’altro.

(7:40) Però tu lo senti tutti i giorni

(7:41) Perché lui continua a inviarmi messaggi. Sarebbe scortese ignorarlo.

(7:42) Come se tu fossi il tipo che si preoccupa di non essere scortese.

(7:42) Tu che sorridi a colazione, guardando i cereali, Laurent. Falla finita. Almeno con me.

(7:43) Va bene. Scendi e dammi una mano a preparare la cena.

(7:43) No, grazie.

(7:44) Ehi, non farmi cambiare idea circa il fatto di costringerti a guardare 4 ore di PBS * con me stasera.

(7:45) D’accordo. Però mi dici perché stavi sorridendo

(7:45) Mi ha scritto che gli piace il mio nome.

*(canale pubblico tipo la R.A.I. con un sacco di documentari)

 

(7:40) Vuoi sapere una cosa divertente sui minuti? Durano solo un minuto. Non sette. Beh, non che sia importante.

(7:41) Diamine, Nik ha ragione

(7:46) Esattamente su cosa?

(7:47) Sul fatto che devo uscire di più. Conoscere gente. Andare al lavoro.

(7:50) Beh, avrei potuto dirtelo anch’io.

(7:52) E’ solo che non ho idea di come dovrebbe essere la mia vita senza di lei, capisci? Lei è stata un elemento così importante nella mia vita per più di un anno, e ha lasciato un enorme vuoto. Ora non fa più così male … perlomeno non sempre … è che non so come riempirlo

(7:52) Tu come lo riempiresti?

(7:55) Non è per questo motivo che te l’ho chiesto.

(7:56) Lo so, ma te lo domando lo stesso

(8:01) Non saprei. Le relazioni non sono il mio forte.

(8:02) Ohhh, così saresti uno sciupafemmine, il tipo da una notte e via? Anche ragazzi? Scusami, sono scivolato troppo sull’etero considerando che sono decisamente bisex

(8:03) Non vedo proprio come la cosa possa riguardarti.

(8:04) Amico, non ho idea di che aspetto hai, né dove vivi, e sicuramente questo vuol dire mantenere un bel po’ di distanza. Non dico che tu mi debba rivelare tutto, ma mettiamola così, potresti considerarmi come una specie di robot. Questo per decidere quanto rivelarmi su certi argomenti.

(8:10) No, non sono il tipo da una botta e via. E’ solo che mi è difficile … aprirmi agli altri.

(8:11) Guarda, questo l’avevo immaginato.

(8:15) E sono gay. Molto gay.

( (8:16) Grazie a dio mi sono salvato in corner ….

(8:17) Cosa stai facendo? Di solito sei piuttosto bravo nelle risposte

(8:21) Sto cucinando con Nicaise

(8:22) Piuttosto tardi per cenare

(8:23) Mi pare di averti detto che ho un lavoro, no?

(8:24) E ci vado, diversamente da te.

(8:24) E non poteva mancare l’insulto, vero?

(8:30) Ovvio.

(8:31) Soprattutto perché dovresti andarci davvero.

(8:31) Grazie per l’interessamento :)

(8:35) No, non è interessamento. E’ qualcosa che scaturisce dalla mia generale avversione per il patetico. E non andare al lavoro perché più di un mese fa hai rotto con una ragazza è patetico.

(8:35) Ora mi sto pentendo di averti inviato quei messaggi quando ero ubriaco

(8:36) Ottimo.

(8:38) A mia difesa devo dire che ci siamo frequentati per più di un anno. Però poi lei è andata a letto con mio fratello … più di una volta, e io l’ho scoperto. O meglio, me l’ha detto Nik

(8:40) Pensavo che cose del genere potessero succedere solo nei reality.

(8:41) Onestamente, anch’io

(8:42) Questo ti rende un po’ meno patetico, ma giusto solo un po’.

(8:43) E vai, che pian piano cede!

(8:50) Proprio non sai stare allo scherzo, eh?

(9:30) Per tua informazione, so stare allo scherzo. Ero a cena. Non dirmi che ti aspetti che organizzi le mie giornate in modo da rispondere sempre ai tuoi messaggi

(9:31) Assolutamente no. Mi va bene essere quello patetico tra noi due

(9:32) Allora ammetti che tu invece ti organizzi le giornate in modo da potermi scrivere?

(9:33) Beh, in un certo qual senso … diciamo che ne tengo conto al momento di programmarmi la serata

(9:33) E se non ti avessi risposto?

(9:34) Mi sarei depresso per una buona mezz’ora e poi avrei chiamato Nik

(9:34) E lui corre appena lo chiami?

(9:35) Certo. Ti sembra strano? Io non credo sia poi così assurdo. E’ il mio migliore amico e sta a dieci minuti da casa mia.

(9:40) Non hai molti amici, vero?

(9:43) Ora mi accorgo che avrei dovuto esprimermi meglio. O ignorare questa delicata questione del tutto. Mi spiace

(9:45) Ti auguro una buona serata Laurent

 

 

Giovedì sera

(10:01) Com’è che non stavi messangiando mentre ero lì?

(10:04) Si, beh, è un paio di giorni che non ci sentiamo. Temo di averlo spaventato e credo che ora tocchi a lui farsi vivo, perciò … non gli sto scrivendo.

(10:05) E se non si fa più sentire?

(10:08) Immagino che smetteremo di scriverci. Non è un problema. In fondo non è che lo conoscessi davvero …

(10:09) Però, suonava più convincente nella mia mente

(10:10) Non so se davvero gli piace parlare con me, al di là di quello che sostiene suo nipote, e non posso continuare a farlo solo io

(10:10) Spero che ti scriva ancora

(10:11) Anch’io. Era carino

 

 

(11:01) E Damen? Cos’è, morto?

(11:02) Non lo so. Mi stavo chiedendo la stessa cosa. Non mi pare il tipo che molla facilmente.

(11:02) Devi aver fatto qualcosa …

(11:05) L’ho ignorato. Stava parlando del suo migliore amico, e io ho iniziato a pensare ad Auguste. Poi lui ha detto che davo l’impressione di non avere amici, e io non avevo voglia di parlarne

(11:06) Devi scrivergli

(11:06) No, è meglio così. A che pro, comunque?

(11:07) Ti. Rende. Felice.

(11:08) Domani hai scuola. Va a dormire.

(11:08) Sono già a letto.

(11:09) Nicaise…

(11:10) Va bene, ti lascio perdere. Ma se non gli scrivi tu, lo faccio io. Laurent, guarda che vale la pena essere felici. E ti assicuro che tu meriti di essere felice.

 

 

Venerdì sera

(8:45) Allora, sei morto?

(8:50) Oh mio dio! Ciao!!!

(8:51) !!!!!

(8:51) Devo essere onesto, non pensavo che ti avrei sentito ancora

(8:54) Sei sicuro di volerlo?

(8:55) Ma li hai visti tutti quei punti esclamativi? Guarda che non lo faccio per chiunque …

(8:56) Diciamo che non ero sicuro che tu volessi sentirmi ancora. Ho pensato che forse mi stavi solo sopportando e ne avevi avuto abbastanza.

(8:57) Mi spiace di aver insinuato che forse non avevi amici.

(8:57) Nessun problema.

(8:58) E poi non avevi del tutto torto. Le persone non sono proprio il mio forte.

(8:58) Beh, ora hai me

(9:01) Dici?

(9:01) Certo. Io non mollo, se non lo fai tu.

(9:03) Beh, allora …. potrei restare nei paraggi.

 

Conversazione terminata