Actions

Work Header

Lei, il viso che non scorderai...

Chapter Text

«Disturbo?» chiese Robin Hood quel giorno appoggiato allo stipite della porta, un sorriso imbarazzato gli adornava il viso.

«No, no. Accomodati pure.» disse Emma indicando la sedia davanti alla scrivania mentre con l’ultima freccetta che aveva tra le mani faceva centro «Come vedi non sto facendo niente, anzi ti pregherei di non dirlo a Regina.» aggiunse poi con un occhiolino cospiratorio.

Lui rise impacciato.

Emma sorrise «Allora ti serve qualcosa dallo sceriffo?» disse poi indicando il distintivo.

«Beh, mi servirebbe un aiuto ma da Emma non dallo sceriffo.» rispose Robin.

Emma lo guardò confusa «Ebbene?» chiese.

Robin sospirò «Tu conosci Regina meglio di chiunque altro in questa città e …»

«Aspetta! Regina? È di questo che si tratta? Detesto dovertene informare amico, ma la tua ragazza non è una mia grande fan.» lo interruppe Emma.

«Cosa stai dicendo?! Regina ti stima molto.» rispose Robin.

Emma bofonchiò qualcosa di incomprensibile prima di dire «D’accordo, vieni al dunque. Cosa vuoi che faccia?»

«La prossima settimana facciamo tre mesi che abbiamo iniziato a uscire insieme, ma non so cosa fare.»

Emma ridacchiò «E lo vieni a chiedere a me?!!» disse prima di aggiungere «Ok, lascia che te lo dica, Regina e io non siamo esattamente migliori amiche o robe simili. Regina non ha mai avuto un appuntamento, non ha avuto il tempo di averne uno con Daniel e poi ha dovuto sposare il Re, quindi invitala a un appuntamento sono certa che lo gradirà tantissimo.» disse infine Emma.

«Grazie.» disse infine Robin sorridendo prima di aggiungere «Sei il primo sceriffo che mi sta simpatico, Emma.»

Emma rise «Gentile detto da un ladro.» disse poi.